Caldaia a condensazione, perché sceglierla rispetto a una caldaia tradizionale!

Sul mercato esistono moltissime tipologie di caldaie, indispensabili per il riscaldamento e la produzione di acqua calda a uso sanitario. Tra i parametri da considerare per l’acquisto della tua caldaia, bisogna sempre tener presente: in che tipo di abitazione andrà installata, la manutenzione necessaria, il tipo di combustione, le eventuali agevolazioni fiscali e soprattutto l’efficienza energetica e il tasso di inquinamento!

Con l’evoluzione tecnologica, ha preso piede un nuovo modello di caldaia chiamato a condensazione, in grado di recuperare buona parte del calore latente normalmente espulso tramite i condotti fumari. Ma qual è la differenza fra questo tipo di caldaie e quelle tradizionali, e quale conviene di più?

CALDAIA TRADIZIONALE

In questo modello si possono distinguere due tipologie principali, che cambiano a seconda della tecnologia impiegata nel dispositivo, ovvero caldaie a gas a camera aperta e a camera stagna.

Nel primo caso il sistema di alimentazione dell’aria avviene mediante un processo di ventilazione che si inserisce nel circuito di combustione. Questa tipologia deve essere messa fuori dall’abitazione o in locali arieggiati, per evitare che i fumi entrino negli ambienti domestici.

Nel secondo caso la fiamma di combustione si trova in una stanza sigillata, l’aria viene prelevata dall’esterno, passando per un tubo, e al termine della combustione viene ri-espulsa.

In entrambi i casi, i fumi espulsi vanno ad inquinare l’aria che respiriamo e contengono circa 11% di energia generata dalla combustione, calore che viene quindi disperso.

E’ fondamentale sapere che i sistemi di riscaldamento sono tra i principali responsabili dell’inquinamento atmosferico. Proprio per questo, nel 2015 è entrata in vigore la direttiva europea detta Ecodesign: essa prevede che, per fini ambientali, a partire dal 26 settembre 2018 non si possano più acquistare caldaie a camera aperta, altamente inquinanti!

CALDAIA A CONDENSAZIONE

Questa tipologia prevede una maggiore efficienza energetica, meno impatto inquinante grazie al riciclo dei fumi, e un conseguente risparmio in bolletta!

I fumi prodotti dalla combustione originaria vengono inseriti in un nuovo processo di combustione. Vengono raffreddati, in modo tale da tornare allo stato liquido con ancora calore latente, e poi sono riutilizzati per diverse operazioni. Questo consente di sfruttare una risorsa di calore in più, che nelle caldaie tradizionali invece va dispersa.

La caldaia a condensazione lavora a temperature più basse rispetto alle caldaie tradizionali, quindi assicurati che la casa sia anche adeguatamente isolata. Questa tipologia è nata dall’evoluzione tecnologica, è un investimento fondamentale per garantire una buona salute e prevenire l’inquinamento ambientale. Nonostante il costo sia più elevato di un modello tradizionale, grazie alle alte prestazioni è possibile avere risparmi in bolletta e quindi ammortizzare la spesa sostenuta in poco tempo.

 

Clima-express.com vuole darti tutte le informazioni in ambito normativo, tecnologico e ambientale, ed è a tua disposizione per consigliarti durante la sostituzione della tua vecchia caldaia! Inoltre, siamo centro assistenza autorizzata ATAG, azienda olandese che per prima ha inventato la caldaia a condensazione, e AR-THERM, altra azienda leader nel campo delle caldaie ad alte prestazioni.

Inline
Inline