Impianti sempre in forma!

Hai un problema?

Vai alla pagina dedicata alle soluzioni più comuni oppure compila il modulo per la richiesta di assistenza

Assistenza Caldaie

L’efficienza di una caldaia permette un abbattimento degli sprechi e la riduzione consistente delle spese energetiche, con la garanzia di avere un sistema certificato contro l’emissioni di CO2 nell’aria. Clima-Express.com è attenta alle novità tecnologiche e al rispetto delle normative ambientali, proponendo modelli su misura secondo le necessità dei propri clienti, famiglie o aziende. Il nostro personale preparato è in grado di garantire un servizio di assistenza e manutenzione completo, per risolvere qualsiasi tipo di guasto all’impianto di riscaldamento e adempiere ai necessari controlli previsti dalla legge. La nostra carta dei servizi è molto varia e personalizzata.

  • Controllo efficienza energetica e aggiornamento del libretto dell’impianto;
  • Manutenzione ordinaria e straordinaria;
  • Utilizzo di ricambi originali della casa costruttrice;
  • Lavaggio dell’impianto;
  • Controllo dei fumi (analisi della combustione).

Assistenza Condizionatori

La manutenzione dei condizionatori è fondamentale per garantire un corretto funzionamento dell’impianto e assicurare un ambiente salubre.  Un climatizzatore che non viene sottoposto a regolare manutenzione  può comportare un sovra sforzo del motore esterno e il passaggio di polveri anche nelle parti elettriche più sensibili, senza tralasciare l’aumento di rumorosità derivante dagli elementi rotanti. Clima-Express.com si dedica con grande attenzione all’assistenza e igienizzazione dei vostri condizionatori, proponendo diversi servizi per la massima resa dei vostri apparecchi.

  • Pulizia dell’unità evaporante interna e applicazione dell’ igienizzante antibatterico;
  • Controllo ed eventuale pulizia dell’unità motocondensante esterna;
  • Verifica dell’affidabilità dei sistemi di fissaggio e dell’integrità dei supporti antivibranti;
  • Controllo del cablaggio del circuito elettrico;
  • Controllo generale della resa effettiva dell’impianto.

Assistenza Impianti di Riscaldamento e Condizionamento

Clima-Express.com è in grado di consigliare al cliente soluzioni impiantistiche ed energetiche adatte alle caratteristiche dei locali da servire. A casa, o in ufficio, è piacevole godere delle migliori condizioni micro-climatiche, sia dal punto di vista della temperatura sia del tasso di umidità. E’ quindi importante disporre di impianti di riscaldamento e di raffrescamento a norma e pienamente funzionanti. Per garantire la migliore continuità di funzionamento ed efficienza degli impianti l’azienda propone contratti di manutenzione programmata. Siamo in grado di offrirti diversi servizi, a seconda delle tue necessità.

Assistenza Impianti Solari

I moduli solari-termici, essendo esposti costantemente all’esterno, sono soggetti a diversi agenti (polvere, smog, fogliame) che possono ridurre l’efficienza dell’impianto. E’ buona norma effettuare controlli a cadenza annuale, e il personale preparato di Clima-Express.com fornisce attenta assistenza e manutenzione per assicurare il migliore rendimento nel tempo e raggiungere altissimi livelli di efficienza energetica. E’ importante per noi garantirti un pronto intervento, controllando l’affidabilità dei componenti utilizzati e mettendo a disposizione una vasta gamma di interventi.

  • Controllo dei collettori solari, componente fondamentale dell’impianto;
  • Controllo dell’integrità e pulizia del vetro di copertura esterno;
  • Verifica completa dell’impianto solare e dei suoi componenti;
  • Verifica della portata del fluido termovettore;
  • Eventuale carico glicole, consigliato ogni 3 anni.

Assistenza Impianti di Ventilazione

Al fine di eliminare l’aria viziata dagli ambienti è consigliabile arieggiare spesso gli ambienti, per evitare l’inquinamento ambientale e ridurre l’umidità, ma con l’apertura dei serramenti si ha una dispersione di calore termico, e la conseguente diminuzione del confort abitativo. Clima-Express.com ti consiglia gli impianti di ventilazione, fondamentali per il ricircolo dell’aria senza dover aprire porte o finestre. Attraverso aspiratori e diffusori è possibile rimuovere l’aria impura dall’ambiente e sostituirla con aria filtrata, proveniente dall’esterno.  Una tipologia particolarmente efficiente è la Ventilazione Meccanica Controllata, che permette:

  • Ricircolo dell’aria;
  • Riduzione dei consumi di energia;
  • Recupero del calore termico, che viene ceduto dall’aria esausta all’aria pulita in ingresso grazie ad uno scambiatore di calore;
  • Regolazione del livello di umidità,  per impedire la formazione di muffe.

Termoregolazione di Ambienti

Temperatura, umidità e qualità dell’aria sono fondamentali per raggiungere il massimo livello di confort personale all’interno di un ambiente. Obiettivo della termoregolazione è mantenere la temperatura scelta nonostante il variare delle condizioni interne ed esterne, sfruttando gli apporti di calore “gratuiti” e favorendo il risparmio energetico. L’esperienza di Clima-Express.com è in grado di offrirti assistenza, manutenzione e i migliori prodotti sul mercato, per garantirti il massimo benessere a casa o in ufficio.

Impianti Idraulici e
Trattamento dell' Acqua

Clima-Express.com è in grado di assisterti anche per alcune riparazioni idrauliche, mentre per i lavori che necessitano di un esperto idraulico qualificato sapremo affidarti al nostro professionista di fiducia. La nostra azienda si è altresì specializzata nel trattamento acque, sia potabili che di impianto. Devi fare una frequente manutenzione di lavastoviglie o lavatrice? I tubi della tua caldaia sono spesso intasati da calcare o altri sedimenti, e non sai come fare? Consulta la pagina dedicata, per conoscere tutte le normative vigenti e i sistemi più affidabili, in modo da avere il massimo delle prestazioni e la tutela della tua caldaia.

La Sanificazione e Disinfezione

Clima-Express.com è specializzata nella sanificazione e disinfezione del tuo climatizzatore o condizionatore, grazie ai suoi tecnici specializzati e all’utilizzo di prodotti specifici. La sanificazione è un processo utile a rendere “sano” un oggetto o una superfice, e comprende gli interventi di pulizia e di disinfezione. Gli impianti aeurealici sono diffusi sia negli ambienti lavorativi che in quelli domestici, e richiedono una corretta manutenzione e pulizia per evitare una scarsa efficienza energetica e la presenza di aria insalubre negli ambienti.
A livello di salute le principali conseguenze possono comportare asma, allergie, bronchiti, malessere generale, lombalgie e infenzioni più gravi come la legionellosi. Ricordiamo che è sconsigliabile mettere a rischio la salute, soprattutto in ufficio e nei luoghi aperti al pubblico: i filtri non puliti possono trasformarsi in ricettacoli di batteri, fra cui la Legionella pneumophila, che prolifera in acque poco pulite, depositi di polvere, superfici corrose o arrugginite. I casi di legionellosi sono sensibilmente aumentati, e nel 2016 ne sono stati notificati 1.710, con una media di 11 giorni di ricovero.
Il Decreto legislativo 81/08, primo riferimento in Italia per quanto riguarda la normativa sulla sicurezza sul lavoro, contempla in maniera approfondita il cattivo stato igienico degli apparecchi aeraulici, e prevede eventuali sanzioni nel caso il datore di lavoro non provveda alla corretta manutenzione.

Cosa sono gli impianti aeurealici?

Sono tutti i dispositivi e apparecchi che garantiscono il raggiungimento di una determinata qualità dell’aria negli ambienti interni sotto il profilo termico, qualitativo, igienico e di movimento della stessa.

Con quale periodicità devo sanificare il mio condizionatore o climatizzatore?

Ogni anno nel caso di sistemi con umidificatori ad acqua.
Ogni due anni nel caso di sistemi con umidificazione a vapore.
Ogni tre anni per sistemi senza umidificatori dell’aria.
Clima-Express.com consiglia una maggiore attenzione e pulizia degli impianti da parte di locali pubblici, scuole, ospedali e ambienti sanitari, ovvero tutti luoghi sensibili che prevedano un alto uso di climatizzatori.

Quali normative devono rispettare i datori di lavoro?

Il già citato Decreto legislativo 81/08 prevede nell’allegato IV al punto 1.9.1.4 che «Gli stessi impianti devono essere periodicamente sottoposti a controlli, manutenzione, pulizia e sanificazione per la tutela della salute dei lavoratori». Nell’articolo 63 dello stesso Decreto è previsto che «i luoghi di lavoro devono essere conformi ai requisiti indicati nell’allegato IV», e il datore di lavoro ha il dovere di provvedere a ciò ai sensi del successivo art.64 comma 1.

Secondo l’art. 68 sono previste le eventuali sanzioni di arresto da tre a sei mesi o ammenda da 2.000 a 10.000 euro. Inoltre, può essere aggiunta la sanzione di natura civilistica legata alla possibile azione di risarcimento per danno biologico (ex art.2043 codice civile) o per danno morale (ex art.2059), e altre possibili sanzioni di natura penalistica.

Chi può svolgere la sanificazione?

La pulizia deve essere svolta da operatori certificati, che siano in grado di agire con la massima cura e sicurezza. I prodotti utilizzati devono essere specifici, antimuffa e antibatterici.

Come può aiutarti Clima-Express.com?

I nostri operatori specializzati utilizzano solo macchinari specifici e prodotti certificati, per garantirti il massimo della pulizia.

La nostra attività di sanificazione prevede un servizio di monitoraggio – in grado di individuare le necessità della famiglia o del datore di lavoro – e l’individuazione delle tempistiche con cui svolgere l’eventuali attività. Eseguiamo campionamenti dell’aria indoor e della carica batteria totale, per individuare la presenza di muffe, acari o batteri.

La sanificazione prevede la pulizia completa dei filtri, del canale di condensa, delle batterie di scambio termico e di tutte le zone critiche, senza disperdere la sporcizia negli ambienti.

A lavoro ultimato viene rilasciato un certificato di sanificazione – igienizzazione, oltre alla stesura di una relazione riassuntiva delle attività svolte ed eventuale allegato fotografico.

La tenuta degli impianti a gas

Clima-Express.com è esperta nella prova di tenuta degli impianti a gas, una modalità prevista dalle normative con l’obiettivo di avere ambienti più sicuri e con un basso rischio di incendio. Le nuove norme rappresentano per gli operatori del settore uno strumento aggiornato, che consente di sfruttare al meglio le innovazioni tecnologiche oggi disponibili sul mercato. Al termine di ogni prova è obbligatorio rilasciare il rapporto di controllo conforme all’appendice A della norma UNI 11137:2012, oltre che riportare l’esito positivo della tenuta nella dichiarazione di conformità. La prova di tenuta di un impianto gas è una verifica che deve essere eseguita obbligatoriamente su un nuovo impianto interno di adduzione gas, prima di metterlo in servizio, di averlo collegato al contatore e agli apparecchi utilizzatori. La prova è altresì prevista in caso di rifacimenti parziali manutenzione straordinaria e nel caso di sostituzione degli apparecchi. È richiesta:

– per gli impianti domestici e similari (in cui gli apparecchi installati hanno tutti singola portata termica ≤ 35kW) dalla UNI 7129-1:2008 al punto 5.1;
– per gli impianti extra-domestici (asserviti ad apparecchi singoli aventi portata termica gt; 35 kW, oppure ad apparecchi installati in batteria o in cascata con portata termica complessiva gt; 35 kW) dalla UNI 11528:2014 al punto 5.5.

Quando devo effettuare la prova di tenuta?

La prova di tenuta va effettuata in caso di:

a) persistente odore di gas;

b) sostituzione di apparecchi;

c) sostituzione tipo di gas distribuito;

d) riutilizzo di impianti interni inattivi da oltre 12 mesi;

e) almeno ogni 10 anni (sugli impianti per i quali non è prevista la manutenzione periodica, per es. adduzione gas con il solo piano cottura), a differenza del controllo di assenza fughe di gas effettuato durante la manutenzione ordinaria (che per gli impianti di riscaldamento è annuale).

Cosa significa essere idoneo o non al funzionamento?

La TENUTA di un impianto è IDONEA AL FUNZIONAMENTO

quando la verifica dei requisiti di tenuta, presenta un valore di dispersione non maggiore di 1dm³/h per il gas naturale, o di 0,4dm³/h per il GPL. Questi impianti possono essere messi in esercizio o continuare a funzionare senza necessità di alcun intervento.

(TEMPORANEO) quando si rileva un valore di perdita compreso tra 1dm³/h e 5dm³/h per il gas naturale, o compreso tra 0,4dm³/h e 2dm³/h per il GPL. Questi impianti possono continuare a funzionare per il tempo ragionevolmente necessario al ripristino delle condizioni di tenuta e comunque non oltre i 30gg dalla data di verifica. Al termine delle operazioni di ripristino della tenuta, prima di essere rimessi in esercizio, gli impianti devono essere sottoposti con esito positivo ad una ulteriore prova di tenuta.

La TENUTA di un impianto NON E’ IDONEA AL FUNZIONAMENTO

quando si rileva un valore di perdita superiore a i 5dm³/h (5 litri/ora) per il gas naturale, o 2dm³/h per il GPL. QUESTI IMPIANTI NON POSSONO CONTINUARE A FUNZIONARE, per poter essere rimessi in esercizio le dispersioni devono essere ricercate ed eliminate.

Trattamento acque potabili e d'impianto

TRATTAMENTO ACQUE POTABILI

L’acqua come elemento essenziale alla vita deve essere sempre tutelato. Nonostante la fonte idrica sia sottoposta a filtri, controlli e normative già alla fonte, è consigliabile trattare l’acqua anche in fase successiva, per evitare l’accumulo di sostanze che in gran quantità potrebbero essere nocive, come ammoniaca, azoto, zolfo, fosfati e diversi metalli. L’acqua presente in natura non è adatta al consumo domestico, poiché in essa sono presenti diversi minerali, metalli pesanti dovuti agli scarichi industriali, e anche forme di vita microbiologica. Negli ultimi anni il mercato dei depuratori ha avuto uno sviluppo esponenziale, in parte per una sfiducia da parte dei cittadini verso l’acqua “del sindaco”, in parte per evitare il continuo acquisto di acqua in bottiglia e conseguente accumulo di plastica. I nuovi sistemi possono essere installati per modificare le caratteristiche organolettiche e quindi la loro gradevolezza al gusto, per affinarne la purezza o conferire caratteristiche di effervescenza.

Come faccio a conoscere le caratteristiche dell’acqua potabile della mia zona?

Clima-Express.com ti ricorda che non tutte le fonti di acqua hanno uguali caratteristiche (Durezza, quantità di minerali ecc), perciò ti consigliamo di visionare le analisi di Cvs sulle acque del tuo Comune (www.centrovenetoservizi.it). Siamo pronti a consigliarti la soluzione giusta per te!

Quali sistemi posso adottare per migliorare la qualità della mia acqua?

La qualità degli impianti viene richiesta dal Decreto n.25 del Ministero della Salute del 7 febbraio 2012, che dispone, tra l’altro, l’obbligo per i produttori e i distributori di immettere sul mercato solo prodotti sicuri.

ADDOLCITORE. Quando l’acqua contiene una quantità significativa di calcio e di magnesio è denominata acqua dura, responsabile di depositi di calcare nei tubi, frequente manutenzione degli apparecchi che utilizzano acqua (lavatrici, lavastoviglie) e presenza di macchie in rubinetti o docce. Gli addolcitori per acqua sono scambiatori di ioni: gli ioni di calcio e magnesio presenti nell’acqua – spesso indicati come “minerali di durezza”- vengono sostituiti dagli ioni di sodio. Gli addolcitori vengono installati a monte dell’impianto idrico, e possono funzionare automaticamente, semi-automaticamente, o manualmente. Alcuni modelli sono in grado di rimuovere anche il ferro. L’acqua addolcita contiene ancora tutti i minerali naturali di cui abbiamo bisogno, è privata del contenuto di magnesio e calcio, con l’aggiunta di sodio, di cui valore complessivo non dovrebbe superare i 300 mg/l.

OSMOSI INVERSA. Durante il normale processo di osmosi fra due fluidi, quello con una minore concentrazione passa attraverso una membrana semipermanente per immettersi nella soluzione più concentrata, mescolandosi e creando una concentrazione uniforme. Facendo ciò si genera una pressione definita “osmotica”. Durante il processo di osmosi inversa si effettua il lavoro contrario, utilizzando una contropressione, superiore cioè a quella osmotica. La membrana semipermanente trattiene alcune sostanze, come metalli pesanti e nitrati, mentre l’impianto divide l’acqua in uscita in due flussi: il primo contiene acqua purificata, mentre il secondo scarta l’acqua ricca di sali. I moderni sistemi di osmosi inversa garantiscono il massimo delle prestazioni (rimuovono fino al 90-95% di Sali), ridotta dimensione e design elegante, con display digitare per una facile lettura.

MICROFILTRAZIONE. Sistema adatto su tipi di acqua già prossimi alla qualità ottimale (vicino alla fonte, in zona collinare o di montagna), eliminando alcune sostanza nocive, come cloro o ruggine, senza alterare i Sali minerali presenti. La micro-filtrazione non prevede serbatoi d’accumulo e può essere unita ad un addizionatore di anidride carbonica. In genere, la purificazione avviene attraverso l’utilizzo di filtri sedimenti e filtri a carboni attivi, in grado di trattenere il cloro. Successivamente, è previsto il trattamento con lampada UV, che ha il compito di disinfestare l’acqua da possibili agenti batterici.

POMPE DOSATRICI DI POLIFOSFATI. Per evitare la formazione di calcare all’interno di caldaie e termostati è consigliabile applicare uno speciale formulato, anti-calcare e anti-corrosivo. La pompa dosatrice idromeccanica utilizza una formula liquida di polifosfati, non necessita di corrente o batterie e prevede un serbatoio a lunga ricarica. Altra azione disincrostante è garantita dai mini dosatori di polifosfato in polvere, con sistema antibatterico.

TRATTAMENTO ACQUE IMPIANTI

Riguardo alla manutenzione della propria caldaia, un aspetto molto importante fa riferimento al trattamento delle acque. La normativa italiana prevede degli obblighi di legge, che devono essere rispettati per adeguare i sistemi più obsoleti ai nuovi parametri ambientali e per prevenire i fenomeni di incrostazione e corrosione. La manutenzione è fondamentale anche per garantirti un flusso continuo di acqua calda, una corretta durata degli impianti ed evitare l’aumento dei consumi di riscaldamento (e della conseguente bolletta).

Senza una corretta pulizia, quali conseguenze possono esserci per il mio impianto?

La scarsa qualità dell’acqua può causare: INCROSTAZIONI CALCAREE, dovute alla presenza di Sali di calcio e magnesio che solidificano, ostruendo i tubi o ricoprendo le resistenze elettriche; CORROSIONI, fenomeno dovuto in maggior parte alla presenza di ossigeno che, reagendo con il metallo ad alte temperature, innesca fenomeni corrosivi. Ti ricordiamo che Il DPR 74/2013 impone al responsabile dell’impianto (es. proprietario dell’edificio, amministratore di condominio, ecc.) di mantenere efficiente e sicuro il proprio impianto termico, tramite controlli periodici.

Quali norme devono essere rispettate?

La normativa di riferimento riguarda: la UNI 8065, normativa di riferimento del trattamento acqua; il D.P.R. 59/2009; il DM 26 giugno 2015. Per quanto riguarda la durezza dell’acqua, l’unità di misura è il grado francese (°f) che corrisponde a 10 mg di carbonato di calcio per litro d’acqua.

Per tutti gli impianti, senza distinzione di potenza o tipologia, sono obbligatori l’installazione di un filtro e un condizionamento chimico.
Negli impianti di produzione di ACS (con o senza riscaldamento) con potenza inferiore ai 100 kW e in presenza di acque con durezza maggiore di 25°f, oltre al filtro ed al condizionamento chimico è obbligatorio l’addolcitore; esso diventa obbligatorio anche negli impianti di produzione ACS con potenza superiore ai 100 kW e in presenza di acque con durezza maggiore di 15°f.

Per gli impianti di riscaldamento senza produzione di ACS è previsto anche l’addolcitore per acque con durezza maggiore di 35 °f e potenza inferiore ai 100 kW. L’obbligo riguarda gli stessi impianti se con potenza superiore ai 100 kW e durezza delle acque maggiore di 25 °f.
ATTENZIONE! Il DM del 2015 prevede che, per impianti senza produzione di ACS con potenza superiore ai 100 kW, il limite di durezza delle acque scenda a 15°f, se l’installazione o ristrutturazione è successiva al 1 ottobre 2015.

Ma in cosa consistono questi trattamenti?

L’ADDOLCIMENTO è un trattamento chimico-fisico esterno, che prevedere lo scambio di ioni di calcio e magnesio, riconosciuti come minerali responsabili della durezza dell’acqua, con ioni di sodio (più solubile). La sua azione principale è impedire la formazione di incrostazioni.

Il CONDIZIONAMENTO CHIMICO delle acque avviene all’interno delle caldaie ed è spesso essenziale per completare i trattamenti esterni, poiché elimina le impurità entranti nella caldaia stessa tramite l’acqua di alimentazione (durezza, ossigeno, silice, ecc.). Specifici prodotti (come dosatori di fosfati, polisfosfati, polimeri naturali o sintetici, agenti anti-schiuma ecc.) vengono aggiunti all’acqua nelle dosi necessarie, che reagendo chimicamente proteggono la tua caldaia. Il lavaggio chimico viene effettuato nel momento in cui si interviene nell’impianto, come nel caso di sostituzioni o manutenzione straordinaria. Clima-Express.com opera con i migliori prodotti chimici sul mercato, soluzioni chimiche anti-corrosione e anti-alghe per migliorare le prestazione della tua caldaia e prevenirla da depositi di fango e mucillagini.

I FILTRI DEFANGATORI MAGNETICI sono essenziali per mantenere pulita la tua caldaia, separando tramite il magnete il fango e i residui ferrosi presenti all’interno delle tubature. E’ possibile installare questo filtro sotto a qualsiasi caldaia, grazie alle sue dimensioni compatte. L’azione magnetica cattura le particelle ferrose, presenti a causa della corrosione e del lungo utilizzo, mentre la cartuccia filtrante le trattiene, garantendo una pulizia completa. Tutti i prodotti utilizzati da Clima-Express.com sono verificati e rispettano le normative o direttive europee.

Inline
Inline